Casella di testo:

Si è diplomato sotto la guida del M° Massimo Gasbarroni, perfezionandosi nel repertorio della musica del ‘500 ed in quella del '900. Si è specializzato nell’esecuzione del repertorio del primo ‘800 con strumenti originali e prassi esecutive filologiche all’Accademia Superiore di perfezionamento “l’Ottocento” con Carlo Barone.

Dal 1980 svolge costante attività concertistica, avendo al suo attivo oltre 350 concerti sia come solista che in organici cameristici ed oltre 50 performances in qualità di solista con orchestra.

In America ha debuttato nel 1991 a New York presso la Carnegie Hall e l’American Institute of Guitar, presentando in ripresa moderna brani di Gabriello Melia (XIX sec.) ed eseguendo nel 1992, ancora alla Carnegie Hall ed alla State University at Stony Brook, musiche ottocentesche su una preziosa chitarra G. Guadagnini del 1829.

  Casella di testo: Francesco Taranto

Si è diplomato sotto la guida del M° Massimo Gasbarroni, perfezionandosi nel repertorio della musica del ‘500 ed in quella del '900. Si è specializzato nell’esecuzione del repertorio del primo ‘800 con strumenti originali e prassi esecutive filologiche all’Accademia Superiore di perfezionamento “l’Ottocento” con Carlo Barone.
Dal 1980 svolge costante attività concertistica, avendo al suo attivo oltre 350 concerti sia come solista che in organici cameristici ed oltre 50 performances in qualità di solista con orchestra.

In America ha debuttato nel 1991 a New York presso la Carnegie Hall e l’American Institute of Guitar, presentando in ripresa moderna brani di Gabriello Melia (XIX sec.) ed eseguendo nel 1992, ancora alla Carnegie Hall ed alla State University at Stony Brook, musiche ottocentesche su una preziosa chitarra G. Guadagnini del 1829.

Casella di testo:

Dal 1989 tiene costantemente corsi di perfezionamento e masterclasses. Ha inciso per le Case Editrici RUSTY CLASSICA e PLAYGAME. Ha pubblicato  con le Case Editrici ZANIBON,  RUGGINENTI e NUOVA CARISH.

Ha curato per la BERBEN, in collaborazione con il M° Sandro Di Stefano, la revisione, analisi e diteggiatura dell’Opera Omnia per liuto di J. S. Bach. Cura per la rivista “Chitarre” la rubrica “La Guitaromanie” dedicata all’Ottocento.

E’ Docente di chitarra classica e di un corso Triennale di perfezionamento sulla musica ottocentesca per chitarra presso l’ARTS ACADEMY di Roma, nonché titolare di cattedra di chitarra presso le S.M.S.

 

  Casella di testo: Dal 1989 tiene costantemente corsi di perfezionamento e masterclasses. Ha inciso per le Case Editrici RUSTY CLASSICA e PLAYGAME. Ha pubblicato  con le Case Editrici ZANIBON,  RUGGINENTI e NUOVA CARISH.
Ha curato per la BERBEN, in collaborazione con il M° Sandro Di Stefano, la revisione, analisi e diteggiatura dell’Opera Omnia per liuto di J. S. Bach. Cura per la rivista “Chitarre” la rubrica “La Guitaromanie” dedicata all’Ottocento.
E’ Docente di chitarra classica e di un corso Triennale di perfezionamento sulla musica ottocentesca per chitarra presso l’ARTS ACADEMY di Roma, nonché titolare di cattedra di chitarra presso le S.M.S.